OurLifeinBH

Questo blog è dedicato ai nostri amici e conoscenti ma anche a tutti i curiosi che vogliano leggere della nostra nuova vita a Belo Horizonte, in Brasile.

Nei supermercati di BH….

su settembre 24, 2014

A Bh abbiamo la fortuna di avere un paio di catene di supermercati davvero molto fornite, anche di tantissimi prodotti italiani. Una delle due è la catena del Verdemar: la storia racconta che i proprietari iniziarono la loro attività con una piccola panetteria. Le cose andarono via via sempre meglio, così che da panetteria iniziarono a vendere anche altri prodotti. Adesso possono vantare 5 grossi supermercati in città e sono una delle catene di livello più alto e meglio considerate nel Minas Gerais.

Noi siamo fortunati visto che abbiamo un Verdemar proprio davanti a casa! Prodotti come pasta Barilla, Garofalo, Molisana ma anche prodotti Riso Scotti, o sott’oli e vini italiani sono venduti normalmente in mezzo alle marche brasiliane più classiche e con prezzi abbastanza decenti (la pasta italiana costa uguale a quella brasiliana mentre per i vini i prezzi sono decisamente differenziati).

In questi supermercati, ma anche in altre catene come per esempio il Carrefour, molto diffuso qui, si trovano comunque quasi tutti i prodotti a cui siamo anche abituati in Italia. Quello che mi manca di più? Il prosciutto cotto che qui è solo a “forma quadrata” stile toast e tra le verdure, sicuramente i finocchi.…che non sono per nulla comuni. Come frutta si trovano anche pesche, fragole e albicocche, ma essendo importate non sono di ottima qualità e hanno prezzi molto alti. Sicuramente meglio gustare e approfittare della frutta esotica brasiliana….via quindi a mango, papaya, goiaba, ananas (qui chiamato Abacaxi) ecc!

Una cosa davvero buffa di questi supermercati? In cassa non c’è solo una persona ma ben si due! Una passa i prodotti sotto il lettore ottico, la seconda invece ha il compito di…imbustare i prodotti nei sacchetti che il cliente le fornisce (anche qui non esistono più i sacchetti di plastica, ma solo le borse di stoffa plastificata che vengono vendute nei supermercati stessi). La cassiera cerca anche di passare i prodotti, alla sua aiutante, in maniera che prima possa imbustare tutte gli acquisti più pesanti, per lasciare per ultimi quelli più leggeri. A noi tutto ciò risulta abbastanza strano, quindi la maggior parte delle volte io i sacchetti me li faccio da sola…ma qui…si dice, ci sia davvero lavoro per tutti e il sovraffollamento di personale nei negozi e nei ristoranti ne è sicuramente una dimostrazione!

Ciao a tutti!

P.S. stasera, su suggerimento di un’amica, preparo un piatto brasiliano: crepe di farina di tapioca sia salate (con prosciutto “quadrato” e formaggio) e dolci (con la marmellata di goiaba). Se vengono bene, poi vi posto una foto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: